Ciò che i webmaster dovrebbero sapere sugli aggiornamenti principali di Google

Ogni giorno, Google di solito rilascia una o più modifiche progettate per migliorare i nostri risultati di ricerca. La maggior parte non è evidente ma ci aiuta a continuare a migliorare in modo incrementale.
A volte, un aggiornamento può essere più evidente. Miriamo a confermare tali aggiornamenti quando riteniamo che ci siano informazioni fruibili che i webmaster, i produttori di contenuti o altri potrebbero prendere in relazione a loro. Ad esempio, quando si è verificato il nostro “Aggiornamento di velocità”, abbiamo fornito mesi di preavviso e consulenza .
Diverse volte all’anno, apportiamo modifiche significative e di ampia portata ai nostri algoritmi e sistemi di ricerca. Ci riferiamo a questi come “aggiornamenti di base”. Sono progettati per garantire che, nel complesso, stiamo perseguendo la nostra missione di presentare contenuti pertinenti e autorevoli ai ricercatori. Questi aggiornamenti di base possono anche influire su Google Discover.
Confermiamo ampi aggiornamenti di base perché in genere producono alcuni effetti notevoli. Alcuni siti possono notare cadute o guadagni durante loro. Sappiamo che quelli con siti che sperimentano drop cercheranno una soluzione e vogliamo assicurarci che non provino a riparare le cose sbagliate. Inoltre, potrebbe non esserci nulla da risolvere.
Aggiornamenti fondamentali e contenuti rivalutanti
Non c’è niente di sbagliato nelle pagine che potrebbero funzionare meno bene in un aggiornamento di base. Non hanno violato le nostre linee guida per i webmaster né sono state oggetto di un’azione manuale o algoritmica, come può accadere alle pagine che violano tali linee guida. In realtà, non c’è nulla in un aggiornamento di base che abbia come target pagine o siti specifici. Invece, le modifiche riguardano il miglioramento del modo in cui i nostri sistemi valutano i contenuti in generale. Queste modifiche possono far sì che alcune pagine che in precedenza non fossero state ricompensate funzionassero meglio.
Un modo per pensare a come funziona un aggiornamento di base è immaginare di aver fatto un elenco dei 100 film migliori nel 2015. Qualche anno dopo, nel 2019, aggiorni l’elenco. Cambierà naturalmente. Alcuni film nuovi e meravigliosi mai esistiti prima saranno ora candidati per l’inclusione. Potresti anche rivalutare alcuni film e renderti conto che meritavano un posto più alto nella lista di quanto non avessero prima.
L’elenco cambierà e i film precedentemente più in alto nell’elenco che si spostano verso il basso non sono male. Ci sono semplicemente altri film meritevoli che stanno arrivando prima di loro.
Concentrarsi sul contenuto
Come spiegato, le pagine che cadono dopo un aggiornamento di base non hanno nulla di sbagliato da correggere. Detto questo, comprendiamo che coloro che riescono meno bene dopo una modifica dell’aggiornamento di base potrebbero ancora ritenere di dover fare qualcosa. Ti consigliamo di concentrarti sul fatto che stai offrendo i migliori contenuti possibili. Questo è ciò che i nostri algoritmi cercano di premiare.
Un punto di partenza è rivisitare i consigli che abbiamo offerto in passato su come autovalutare se ritieni di offrire contenuti di qualità. Abbiamo aggiornato questo consiglio con una nuova serie di domande da porre sui tuoi contenuti:
Contenuto e domande sulla qualità
Il contenuto fornisce informazioni, rapporti, ricerche o analisi originali?
Il contenuto fornisce una descrizione sostanziale, completa o completa dell’argomento?
Il contenuto fornisce analisi approfondite o informazioni interessanti che sono al di là dell’ovvio?
Se il contenuto si basa su altre fonti, evita semplicemente di copiare o riscrivere quelle fonti e fornisce invece un sostanziale valore aggiunto e originalità?
Il titolo e / o il titolo della pagina forniscono un sommario descrittivo e utile del contenuto?
Il titolo e / o il titolo della pagina evitano di essere esagerati o scioccanti in natura?
È il tipo di pagina che desideri aggiungere ai segnalibri, condividere con un amico o consigliare?
Ti aspetteresti di vedere questo contenuto o a cui fa riferimento una rivista stampata, un’enciclopedia o un libro?
Domande sulla competenza
Il contenuto presenta le informazioni in un modo che ti fa desiderare di fidarti di esse, come ad esempio fonti chiare, prove dell’esperienza, sfondo sull’autore o sul sito che le pubblica, ad esempio tramite collegamenti a una pagina dell’autore o Informazioni su un sito pagina?
Se effettuassi ricerche sul sito che produceva il contenuto, ti verrebbe l’impressione che sia ben attendibile o ampiamente riconosciuto come un’autorità sul suo argomento?
Questo contenuto è stato scritto da un esperto o un appassionato che dimostra chiaramente l’argomento?
Il contenuto è privo di errori fattuali facilmente verificabili?
Ti sentiresti a tuo agio nel fidarti di questi contenuti per questioni relative ai tuoi soldi o alla tua vita?
Domande di presentazione e produzione
Il contenuto è privo di ortografia o problemi stilistici?
Il contenuto è stato prodotto bene o sembra sciatto o frettoloso?
Il contenuto è prodotto in serie o esternalizzato a un gran numero di creatori o diffuso su una vasta rete di siti, in modo che singole pagine o siti non ricevano la stessa attenzione o cura?
Il contenuto contiene un numero eccessivo di annunci che distraggono o interferiscono con il contenuto principale?
I contenuti vengono visualizzati bene per i dispositivi mobili se visualizzati su di essi?
Domande comparative
Il contenuto fornisce un valore sostanziale rispetto ad altre pagine nei risultati di ricerca?
Il contenuto sembra servire gli interessi genuini dei visitatori del sito o sembra esistere solo da qualcuno che cerca di indovinare ciò che potrebbe classificarsi bene nei motori di ricerca?
Oltre a porsi queste domande, considera di avere una valutazione onesta avere altri di cui ti fidi ma che non sono affiliati al tuo sito.
Considera anche un controllo delle gocce che potresti aver riscontrato. Quali pagine sono state maggiormente interessate e per quali tipi di ricerche? Esaminali attentamente per capire come vengono valutati rispetto ad alcune delle domande precedenti.
Conoscere le linee guida per la qualità e EAT
Un’altra risorsa per consigli su ottimi contenuti è la revisione delle nostre linee guida per la valutazione della qualità della ricerca . I rater sono persone che ci forniscono informazioni dettagliate se i nostri algoritmi sembrano fornire buoni risultati, un modo per confermare che i nostri cambiamenti stanno funzionando bene.
È importante capire che gli addetti alla ricerca non hanno alcun controllo sul posizionamento delle pagine. I dati del rater non vengono utilizzati direttamente nei nostri algoritmi di classificazione. Piuttosto, li usiamo come un ristorante potrebbe ottenere schede di feedback dai commensali. Il feedback ci aiuta a sapere se i nostri sistemi sembrano funzionare.
Se capisci come i rater imparano a valutare buoni contenuti, ciò potrebbe aiutarti a migliorare i tuoi contenuti. A sua volta, potresti forse fare di meglio in Ricerca.
In particolare, i rater sono addestrati a capire se il contenuto ha quello che chiamiamo EAT forte. Ciò significa competenza, autorevolezza e affidabilità. La lettura delle linee guida può aiutarti a valutare come stanno andando i tuoi contenuti dal punto di vista dell’EAT e i miglioramenti da considerare.
Ecco alcuni articoli scritti da terze parti che condividono come hanno usato le linee guida come consiglio da seguire:
EAT e SEO , di Marie Haynes
Linee guida per la valutazione della qualità degli aggiornamenti di Google rivolte a EAT, qualità della pagina e interstitial , di Jennifer Slegg
Sfruttando EAT per il successo SEO , presentazione di Lily Ray
Aggiornamenti dell’algoritmo di base di Google e potenza degli studi degli utenti: in che modo un feedback reale da parte di persone reali può aiutare i proprietari di siti a emergere problemi di qualità del sito Web (e altro) , Glenn Gabe
Perché EAT e gli aggiornamenti di base cambieranno il tuo approccio ai contenuti , da Fajr Muhammad
Nota : i link agli articoli sopra non sono sponsorizzazioni di particolari società o servizi SEO . Abbiamo semplicemente trovato gli articoli stessi come contenuti utili su questo argomento.
Recupero e altri consigli
Una domanda comune dopo un aggiornamento di base è quanto tempo richiede il ripristino di un sito, se migliora il contenuto?
Ampi aggiornamenti core tendono ad avvenire ogni pochi mesi. Il contenuto che è stato influenzato da una persona potrebbe non recuperare – supponendo che siano stati apportati miglioramenti – fino al rilascio del prossimo aggiornamento di base.
Tuttavia, stiamo costantemente aggiornando i nostri algoritmi di ricerca, inclusi aggiornamenti core più piccoli. Non annunciamo tutti questi perché generalmente non sono molto evidenti. Tuttavia, quando vengono rilasciati, possono causare il recupero dei contenuti se i miglioramenti lo richiedono.
Tieni presente che i miglioramenti apportati dai proprietari dei siti non sono una garanzia di recupero, né le pagine hanno una posizione statica o garantita nei nostri risultati di ricerca. Se ci sono contenuti più meritevoli, questo continuerà a posizionarsi bene con i nostri sistemi.
È anche importante capire che i motori di ricerca come Google non comprendono i contenuti come fanno gli esseri umani. Invece, cerchiamo segnali che possiamo raccogliere sul contenuto e capire come questi sono correlati con il modo in cui gli umani valutano la pertinenza. Il modo in cui le pagine si collegano tra loro è un segnale ben noto che utilizziamo. Ma ne usiamo molti altri, che non riveliamo per aiutare a proteggere l’integrità dei nostri risultati.
Ci prova ogni aggiornamento nucleo ampio prima che va in diretta, tra cui la raccolta di feedback da parte dei predetti valutatori di qualità di ricerca, per vedere se come stiamo peso di segnali sembra vantaggioso.
Naturalmente, nessun miglioramento che apportiamo alla ricerca è perfetto. Questo è il motivo per cui continuiamo ad aggiornare. Riceviamo più feedback, facciamo più test e continuiamo a lavorare per migliorare i nostri sistemi di classificazione. Questo lavoro da parte nostra può significare che i contenuti potrebbero essere ripristinati in futuro, anche se un proprietario dei contenuti non apporta modifiche. In tali situazioni, i nostri continui miglioramenti potrebbero valutare tali contenuti in modo più favorevole.
Speriamo che la guida offerta qui sia utile.

Postato da Danny Sullivan , Public Liaison for Search

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.